Pagine

07 settembre 2012

Risotto giallo e ossibuchi

Il risotto allo zafferano con ossibuchi è un piatto tipico lombardo che mio marito adora.


Non è una ricetta veloce,io lo faccio quando ho una giornata libera e ne escono tre porzioni abbondanti.
La sera prima preparo il brodo di carne,fatto con un bel pezzettone di carne di manzo (dal macellaio prendo sempre la "polpa famiglia"),un paio di carote pelate,una cipolla tagliata a metà,del sedano o del cipollotto,un pizzico di sale grosso e 3 litri di acqua fredda.
Indicativamente va cotto per un'ora per ogni kilo di carne,io causa mancanza di pentole grosse non ne faccio mai di più. Esce un litro e mezzo di brodo.

La mattina successiva preparo un bel soffritto,infarino e incido i lati degli ossibuchi (io prendo quelli di vitello che sono più teneri),li adagio nella pentola e una volta rosolati da entrambi i lati,continuo la cottura con il brodo preparato. Tre ossibuchi vanno cotti a fuoco medio per 40 minuti,mantenendoli umidi.

La sera a cena preparo il risotto allo zafferano con 250gr di riso carnaroli,il brodo di carne e una bustina di zafferano in polvere.
Il riso va cotto per 16 minuti,intanto che cuoce scaldate gli ossibuchi.

Prendete un piatto piano e versate un mestolo di risotto,l'ossobuco e completate con il sughetto.

Se invece come me,non amate la carne il solo risotto con il sughetto è buonissimo lo stesso. 

P.S. La foto non è bellissima lo so,ma mio marito era affamato e ho dovuto farla in fretta,magari la prossima volta riesco a farne una migliore!

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento! : )