Pagine

21 giugno 2012

Amaretti biscuits

Volevo preparare un dolcetto per il compleanno di mio marito e questi mi sembravano buoni e veloci. 
Li avevo visti fare a Nigella,li ho ritrovati nel libro preso a Londra e così ieri sera ho acceso il forno (di giorno ormai fa troppo caldo) e ho provato anche io questa ricetta.
Le ricette sono leggermente diverse nelle dosi ed ho cercato di fare una media tra le due.
Peccato che non siano venuti come avrebbero dovuto...
Quando provo una nuova ricetta seguo le indicazioni,perchè credo che nel momento in cui vai a divulgarla l'hai provata più e più volte e ti è sempre uscita simile. Se poi me la pubblichi in un libro gradirei avere la certezza del risultato. Beh come potete vedere non è così!


Dovevano uscire dei biscottini tondi e abbastanza alti,mi sono uscite delle gallette piatte ed appiccicose. Buoni sono buoni ma non sono biscotti!

In mezz'ora si fanno e queste sono le due ricette che ho:

Nigella amaretti biscuits:

-200gr di zucchero bianco
-200gr di farina di mandorle
-2 albumi

Mescolare gli ingredienti,formare delle palline con le mani ed adagiarle su una placca rivestita di cartaforno. Appoggiare sopra una mandorla ed infornare.

Forno a 200°,cottura 10 minuti.

Meg Rivers amaretti biscuits:

-175gr di zucchero bianco
-200gr di farina di mandorle
-2 albumi montati a neve
-1 cucchiaino di liquore all'amaretto

Montare a neve gli albumi,quindi aggiungere lo zucchero,il liquore e la farina di mandorle.
Con due cucchiaini formare delle palline ed adagiarle sulla pacca rivestita di cartaforno,quindi appoggiarci sopra la mandorla ed infornare.

Forno a 170°,cottura 20 minuti per 30 biscottini.


Io ho fatto così:

-170gr di zucchero (e secondo me si può ridurre,vengono davvero troppo dolci)
-200gr di mandorle
-2 albumi montati a neve

Una volta montati a neve gli albumi con un pizzico di sale,con il robot ho frullato le mandorle con lo zucchero. Amalgamato il composto (viene una pasta morbida,umida ed appiccicosa) ho fatto delle porzioni usando due cucchiaini da dolce. Ho poi adagiato la mandorla sopra ed infornato. Vengono circa una trentina di biscotti.

Forno a 200° per 8 minuti di cottura,oltre si carbonizzano!

Come dicevo prima,una volta messi in forno si sono liquefatti e così una volta sfornati ho dovuto staccarli dalla carta e dividerli.

Modifiche necessarie:
-un solo albume
-diminuire lo zucchero
-forno a 170°
-provare a mettere il composto in frigo per un'oretta prima di formare le palline.

Ritenterò perchè il gusto è ottimo e anche così bruttini mio marito li ha spazzolati!

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento! : )